29 Novembre 2022 - Ore
Turismo

Turismo in Puglia: numeri (ancora) da record

L’estate 2022 è stata, per il turismo italiano e non solo, la stagione della ripartenza post-Covid, nonostante l’ombra della guerra tra Russia […]

L’estate 2022 è stata, per il turismo italiano e non solo, la stagione della ripartenza post-Covid, nonostante l’ombra della guerra tra Russia e Ucraina. I dati confermano, infatti, che c’è stata una ripresa degli spostamenti interni sulla penisola oltre che un ritorno dei turisti d’oltreoceano. Secondo uno studio condotto da Confturismo e Confcommercio, l’Italia si conferma meta preferita in Europa per i visitatori stranieri, con alcune regioni che fanno registrare presenze maggiori rispetto al 2019. Tra queste c’è la Puglia, diventata ormai luogo dei desideri di molti vacanzieri. La presenza di città d’arte, spiagge da sogno, clima eccellente e prezzi non troppo alti sono le carte vincenti di questo territorio che, stando ai dati, è riuscito a dare lustro anche a zone meno turistiche che difficilmente possono venire in mente pensando ad un soggiorno pugliese. Vediamo insieme i numeri da record e analizziamo quali sono le mete preferite.

Boom di presenze in Puglia nell’estate 2002  Durante l’estate sono stati 2 milioni i turisti che hanno visitato la Puglia, per un totale di 10 milioni e duecentomila pernottamenti. Rispetto al 2019, gli arrivi sono aumentati del 4,2% e il numero dei pernottamenti del 3,1%. A incidere molto sul numero delle presenze, è stata la componente di turisti stranieri, che è aumentata del 13% rispetto ai livelli pre-pandemia. Entrando nel dettaglio dei mesi, a giugno si è registrato un +2,2% sugli arrivi e un +6,4% sulle presenze; luglio è il mese che, invece, ha fatto registrare il numero più positivo con un incremento del 16% degli attivi e un +5,5% delle presenze; agosto ha mantenuto un livello stabile, riflettendo gli stessi dati del 2019. Non solo vacanze in Puglia  La regione Puglia sta diventando anche meta di conferenze internazionali, incontri tematici, corsi di formazione e altre attività che permettono la presenza in regione anche di persone che viaggiano per lavoro. Questi eccellenti risultati sono collegati all’impegno delle istituzioni e delle realtà imprenditoriali che lavorano sul territorio nella promozione dei servizi e delle attrazioni. A suggellare questo impegno è inoltre arrivato il Premio Speciale Almawave “Digital Innovation Index”, consegnato alle regioni italiane da Italia Digitale al TTG di Rimini, che riconosce alla Puglia l’enorme lavoro svolto per la promozione online del territorio, dei servizi turistici, dell’enogastronomia e del paesaggio. Per restare informato sulle novità in merito ai viaggi e sulle modalità di spostamento delle persone in Europa e nel mondo si può consultare questo blog, sul quale ci sono anche consigli per il turismo collegato agli spostamenti di lavoro.

Le mete pugliesi preferite dai turisti Le mete che attirano il maggior flusso di turisti sono Lecce, con il 31% e Foggia con il 26%. A sorprendere però in questa estate 2022 sono la città di Bari, che raggiunge il 20% del totale, e la città di Brindisi con un +14%.

Da dove arrivano i turisti che visitano la Puglia La maggior parte dei turisti stranieri arriva da Francia, Germania, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti d’America.  Tra gli arrivi dai mercati emergenti si registrano invece presenze dall’Australia, dal Canada e dal Brasile. Nel conteggio mancano i turisti russi, che non possono spostarsi per via della guerra in corso.

© Riproduzione riservata

Altro in Turismo

Altri Articoli di

Menu