6 Febbraio 2023 - Ore
Cronaca / Salute

POLO SOCIO-SANITARIO DI PROSSIMITÀ

AL VIA GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE QUATTRO INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE SULLA SALUTE APERTI A TUTTI

Si terranno presso il Polo socio-sanitario di prossimità, in via Re David 76, nel mese di settembre e ottobre, quattro incontri di sensibilizzazione sulla salute aperti a tutti i cittadini. Nel corso degli appuntamenti, organizzati dagli Psicologi per i Popoli Bari e Bat e Medici con l’Africa Cuamm Bari, in collaborazione con l’assessorato al Welfare del Comune di Bari, saranno approfonditi diversi temi legati alla salute mentale e fisica.

Si tratta del primo sportello cittadino di orientamento e consulenza socio-sanitaria a beneficio di utenti e nuclei familiari in condizione di difficoltà, stranieri e persone senza dimora che necessitino di orientamento ai servizi. Il progetto prevede la presenza di un’equipe socio-sanitaria multidisciplinare formata da un medico, uno psicologo, un assistente sociale e un mediatore culturale, al fine di abbattere le barriere linguistiche.

Tra le attività, interventi di informazione e di educazione sanitaria, orientamento e accesso ai servizi territoriali (in particolare servizi sanitari e socio-sanitari) e promozione di attività volte all’inclusione sociale, accoglienza e valutazione dei bisogni, facilitando e personalizzando l’orientamento alle risorse del territorio.

Lo sportello è aperto ogni martedì, dalle ore 10 alle 13, e ogni giovedì, dalle ore 15 alle 18.

 

Di seguito i primi quattro appuntamenti di sensibilizzazione:

 

giovedì 29 settembre, ore 16

Consigli per uno stile di vita sano

Focus su corretta alimentazione, abitudini nocive da eliminare, buone pratiche e consigli per un sano stile di vita quotidiano

Marcella Schiavone • chirurgo

Cesare Suglia • specializzando in medicina di comunità

 

giovedì 6 ottobre, ore 16

Uso dei social e cyberbullismo

Incontro dedicato al confronto sull’uso dei social e di internet da parte dei giovani e sui rischi derivanti dall’uso erroneo degli strumenti digitali di comunicazione

Alessandra Pepe • psicologa

 

giovedì 13 ottobre, ore 16

Psico-educazione alimentare

Emozioni, credenze erronee e falsi miti legati a dieta, alimentazione e disturbi alimentari

Alessandra Pepe • psicologa

 

giovedì 27 ottobre, ore 16

Malattie infettive e sessualmente trasmissibili

Francesco Di Gennaro • infettivologo.

 

Per informazioni contattare info@polosociosanitario.it.

 

Il Polo socio-sanitario di prossimità è un servizio finanziato dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari nell’ambito dell’avviso pubblico “Azioni di contrasto alla grave marginalità adulta” e gestito dalle organizzazioni no profit Psicologi per i Popoli Bari e Bat e Medici con l’Africa Cuamm Bari.

 

Psicologi per i popoli Bari e Bat

L’associazione, costituita interamente da psicologi, psicoterapeuti ed educatori con comprovata esperienza nel settore dell’emergenza sociale e della grave emarginazione adulta, promuove interventi volti al sostegno psicologico di persone vittime di esperienze traumatiche o in condizione di grave disagio psico-sociale, al fine di favorire il riavvio di processi di autonomia e reinserimento sociale. Svolge inoltre attività di promozione della salute mentale e realizza interventi volti a prevenire comportamenti a rischio e problematiche di disagio giovanile.

Nell’ambito della gestione del Polo socio-sanitario di prossimità, l’associazione è preposta al coordinamento delle attività rendendo disponibili le professionalità di psicologi e psicoterapeuti per la realizzazione di interventi di consulenza individuale, familiare e di coppia, promuovendo le iniziative aperte di sensibilizzazione e di promozione del benessere psicologico.

 

Medici con l’africa Cuamm

Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia, nonché la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo, intervenendo con questo approccio, anche in situazioni di emergenza, per garantire servizi di qualità accessibili a tutti.

Oggi Medici con l’Africa Cuamm è impegnato in 8 Paesi dell’Africa sub-sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania, Uganda) con oltre 4.000 operatori sul campo, di cui 230 italiani. Appoggia 23 ospedali, 127 distretti (per attività di sanità pubblica, assistenza materno-infantile, lotta all’Aids, alla tubercolosi, alla malaria e formazione), 3 scuole per infermieri (in Sud Sudan, Uganda ed Etiopia) e una università in Mozambico.

Sono oltre trenta i gruppi di appoggio presenti in Italia: dal Trentino alla Sicilia, tutti animati da volontari che scelgono di dedicare parte del loro tempo al lavoro in favore di chi ha più bisogno. I volontari del gruppo Medici con l’Africa Cuamm Bari sono attivi dal 2015 per fornire servizi alle persone che vivono nei “ghetti”, gli insediamenti informali sorti negli anni attorno alle campagne del foggiano.

© Riproduzione riservata

Altro in Cronaca

Altri Articoli di

Menu