13 Giugno 2024 - Ore
I like Consumatori

Assicurazione Moto: quali sono le garanzie accessorie più utili

Quando chiamati a stipulare ex novo, o rinnovare, un’assicurazione moto per la propria due ruote sono sempre più i centauri […]

Quando chiamati a stipulare ex novo, o rinnovare, un’assicurazione moto per la propria due ruote sono sempre più i centauri che scelgono di personalizzare l’RC Moto, obbligatoria per legge, completandola con le diverse garanzie accessorie offerte dalle compagnie assicurative. Come tutti ormai sanno, si tratta di coperture facoltative che coprono in caso di danni diversi rispetto a quelli coperti dalla RCA e che rispondono alle più svariate esigenze: a partire dalla garanzia furto e incendio fino all’assistenza stradale, passando per la tutela legale o gli infortuni del conducente.

Si tratta di garanzie davvero utili per le quali le compagnie assicurative richiedono il pagamento di una somma che va ad aggiungersi al costo della sola RCA, aumentando il premio finale da corrispondere. Proprio per questo motivo è sempre utile valutare attentamente quali garanzie accessorie aggiungere in polizza: la loro utilità è evidente, ma aggiungerne più del necessario può comportare un aumento eccessivo del premio totale che si può facilmente evitare con delle giuste valutazioni iniziali.

Considerando che le garanzie facoltative personalizzano la polizza auto sulla base delle singole esigenze, dello stile di vita e di guida, non si può parlare universalmente di coperture migliori, ma tra le più richieste troviamo sicuramente:

  • La copertura infortuni del conducente, che copre l’invalidità permanente o il decesso del motociclista anche quando lo stesso è responsabile del sinistro, e che può essere attivata anche per gli infortuni subiti durante lo svolgimento di attività di ripresa della marcia in seguito a guasto del veicolo. Tra le esclusioni vi sono gli infortuni determinati da abuso di alcolici o di psicofarmaci oppure da uso di sostanze stupefacenti o allucinogene.
  • L’assistenza stradale, utile tanto per chi si trova alla guida di un mezzo datato quanto per chi guida un veicolo nuovo, dal momento che copre anche in caso di foratura o di esaurimento della benzina. Il livello di questa copertura varia a seconda dell’opzione che si sceglie di sottoscrivere. ConTe.it, ad esempio, permette di scegliere tra due alternative: la “Normal”, che prevede, oltre al soccorso stradale in senso stretto, anche riparazioni sul posto, traino e ricerca e invio di pezzi di ricambio; e la “Plus”, che integra la precedente anche con rientro dei passeggeri o proseguimento del viaggio, veicolo sostitutivo in Italia, autista a disposizione, anticipo della cauzione penale e anticipo per le spese di riparazione del veicolo.
  • Garanzia furto e incendio, che protegge il valore della moto e copre in caso di danni a seguito di incendio, tentativo di furto o rapina. È naturalmente una garanzia accessoria utile per chi abita in zone ad alto rischio di furto o per chi possiede una moto dal valore importante.

Tra le altre coperture accessorie moto attivabili troviamo la la tutela legale, la garanzia no assicurati e l’opzione di rinuncia alla rivalsa: come dicevamo prima, comunque, in fase di richiesta del preventivo per la propria assicurazione moto si dovrebbe tenere conto delle proprie esigenze reali e scegliere le garanzie accessorie effettivamente utili e necessarie per il proprio caso specifico. Anche se alle volte, infatti, il loro costo può apparire elevato, spesso si tratta di un investimento vero e proprio poiché, in caso di bisogno, i costi per riparare i danni di un tentato furto o per chiamare il carroattrezzi una sola volta possono essere ben più elevati del costo annuale dell’intera garanzia.

© Riproduzione riservata

Altro in I like Consumatori

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu