7 ottobre 2022 - Ore 14:35

AL VIA LA NUOVA EDIZIONE DI WIKI LOVES PUGLIA

CASTELLI E FORTIFICAZIONI PUGLIESI AL CENTRO DEL PIU’ GRANDE CONCORSO FOTOGRAFICO AL MONDO

L'alba al Lago di Lesina Autore: Nicola Abbrescia

Fotografi amatoriali e professionisti chiamati in causa per la quarta edizione di Wiki Loves Puglia, la costola regionale di Wiki Loves Monumentsil più grande concorso fotografico del mondo organizzato da Wikimedia Italia.

Protagonista indiscussa delle ultime due classifiche nazionali, la Puglia ha anche ospitato l’ultima premiazione di Wiki Loves Monuments nel dicembre scorso. 

Il concorso si svolgerà online, in contemporanea in tutto il mondo, dal 1 al 30 settembre. Coloro che vorranno partecipare potranno farlo gratuitamente, caricando le proprie foto su Wikimedia Commons seguendo una semplice procedura.

In Puglia, il concorso è organizzato da Wikimedia Italia, Associazione Cine_fotografica Kaleidos Club e la delegazione regionale FIAF Puglia col contributo di Banca Popolare Pugliese ed il patrocinio dell’Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione e della Regione Puglia.

La nuova edizione di Wiki Loves Monuments in Puglia così come in Italia, sarà organizzata intorno ad un argomento comune: protagonisti del concorso saranno i castelli e le fortificazioni. Grazie alla collaborazione con Istituto Italiano dei Castelli, i protagonisti della storia e del panorama italiano saranno fotografabili per la prima volta e andranno ad arricchire l’enciclopedia online più grande al mondo favorendo la diffusione della cultura italiana all’estero dell’immenso patrimonio nostrano. 

Che cos’è Wiki Loves Monuments

Promosso dalle comunità di volontari dei progetti Wikimedia, Wiki Loves Monuments rappresenta un’opportunità per la diffusione, promozione e tutela del patrimonio culturale di ben 93 Paesi.  Dalla sua prima edizione, il concorso ha invitato i cittadini in prima persona a documentare milioni di monumenti, con oltre 2,7 milioni di immaginicaricate da più di 100.000 partecipanti.  

L’edizione italiana si conferma un prezioso strumento collaborativo di documentazione digitale dei monumenti: dal 2012, circa 8.750 partecipanti hanno caricato su Wikimedia Commons più di 165.000 fotografie, scegliendo tra oltre 17.300 monumenti e beni culturali fotografabili, ancora più numerosi nel 2022. Anche in Puglia l’iniziativa ha avuto un grande successo: a partire dal 2019, un totale di 297 fotografi ha caricato 2881 fotografie di monumenti pugliesi.  

Amministrazioni pubbliche, enti culturali, proprietari privati e un gran numero di volontari sono i veri pilastri dell’iniziativa.

Wiki Loves Monuments è un concorso fotografico ma è anche qualcosa di più: è la più grande iniziativa internazionale che chiama partecipanti, volontari, comunità online e istituzioni a documentare il patrimonio culturale del proprio paese e a renderlo pienamente accessibile a tutti - ha dichiarato Iolanda Pensa, Presidente di Wikimedia Italia – “Wikipedia e i progetti Wikimedia danno grandissima visibilità alla ricchezza culturale e, grazie al contributo collaborativo, stanno diventando le più grandi banche dati esistenti sul patrimonio culturale mondiale: gratuite, facilmente aggiornabili e a disposizione per ogni uso. Vorrei invitare tutti a partecipare al concorso, per condividere la proprie fotografie con il mondo, per contribuire alla conoscenza libera e per valorizzare la bellezza dell’Italia”.

“Siamo contenti di collaborare con Wikimedia Italia” – ha dichiarato Tiziana Rizzi, presidente di Kaleidos e delegato regionale FIAF per la Puglia – “in quanto abbiamo la possibilità di lavorare sulla fotografia e sul tema dei beni culturali contribuendo alla loro promozione e diffusione a beneficio di tutta la collettività.”

Le wikigite

In Puglia, ci sarà anche la possibilità per i fotografi e tutti i cittadini di partecipare a nove wikigite,  delle passeggiate fotografiche alla scoperta di diverse città della regione. Inoltre, le foto vincitrici verranno esposte in una mostra itinerante, che partirà dal Palazzo della città metropolitana di Bari e porterà in giro per la Puglia tutte le bellezze della regione.

Tutte le informazioni sulle date delle wikigite e sulle mostre saranno pubblicate sul sito del concorso e sulla pagina Facebook Wiki Loves Puglia.

In particolare, gli appuntamenti per le wikigite, con iscrizione consigliata ma facoltativa, saranno:

·       7 settembre, ore 18.00: Bari

·       10 settembre, ore 9.30: Bari

·       10 settembre, ore 16.00: Santeramo in Colle

·       11 settembre, ore 16.00: Lecce

·       17 settembre, ore 9.30: Brindisi

·       17 settembre, ore 16.00: Ceglie Messapica

·       18 settembre, ore 16.00: Trani

·       24 settembre ore 16.00: Grottaglie

·       Foggia

 

Come partecipare

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti: per tutto il mese di settembre è possibile caricare su Wikimedia Commons o tramite l’app ufficiale Wiki Loves Monuments Italia una foto dei monumenti appartenenti al concorso. Non solo castelli e fortificazioni, ma anche monumenti di altro genere o vedute di città, borghi e paesaggi. 

Le foto caricate per la Puglia saranno vagliate da una giuria di 11 fotografi e wikimediani e parteciperanno automaticamente anche all’edizione nazionale e, se selezionate, a quella internazionale. In palio premi relativi alla fotografia per un valore totale di 480 euro e una targa per i primi 10 classificati.  

Tutte le istruzioni su come partecipare sono disponibili al link https://www.wikimedia.it/wiki-loves-monuments/fotografi/

La pagina web ufficiale del concorso Wiki Loves Puglia, con dettagli su appuntamenti e premi, si trova su https://www.wikimedia.it/wiki-loves-monuments/concorsi-locali/puglia

A livello nazionale, Wiki Loves Monuments è organizzato insieme a Istituto Italiano dei Castelli, con la collaborazione di FIAF e il patrocinio di Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, ANCI, ICOM Italia ed Europa Nostra.

Fotografie vincitrici di Wiki Loves Puglia 2021: https://commons.wikimedia.org/wiki/Commons:Wiki_Loves_Monuments_2021_in_Italy/Apulia


Altri articoli

Menu