2 ottobre 2022 - Ore 15:53

Frutta esotica in cucina: i segreti per gustarla al meglio anche a cena

L’estate si avvicina e naturalmente, aumenta il consumo di frutta, alimento fresco, leggero e che, soprattutto in questa stagione, presenta una varietà incredibile. Ma la frutta va consumata solo come merenda o dessert? Approfondiremo, dunque, il tema in questo articolo, in particolare proponendo dei piatti realizzabili con la frutta esotica. 

  • Hummus all’avocado

L’idea è simpatica e può essere perfetta per accompagnare gli aperitivi: può legare bene con i bastoncini di verdure (carote e sedano), o si può spalmare sulle tartine. Ricetta semplice, senza cottura, e ricca di proteine vegetali. Mettere nel frullatore i ceci, l’avocado a pezzi, il limone, un po' di prezzemolo e la tahina (una crema a base di semi di sesamo tipica della cucina mediorientale); quindi aggiungere sale e pepe. Frullare fino al raggiungimento di un composto cremoso e omogenea: si versa, infine, in una ciotola con una spolverata di semi di sesamo e prezzemolo.

  • Risotto al mango

Il risotto al mango è un piatto estivo freschissimo per chi ama i primi piatti veloci. Il mango è un frutto super versatile, adatto ad ogni tipo di ricetta, grande protagonista dei dessert hawaiani e non solo. Ovviamente questo frutto si può usare anche in contesti culinari lontani dai dolci, ovvero ricette salate davvero gustose che si possono trovare sulle pagine di approfondimento sul mango dei Fratelli Orsero. Iniziamo con il risotto al mango: per preparare il risotto è necessario far soffriggere dolcemente uno scalogno tritato, in poco olio e con una noce di burro. Va quindi aggiunto il riso, che bisogna dapprima tostare e successivamente va bagnato col vino bianco secco a temperatura ambiente. Si cuoce per circa 16 minuti, quindi si versa nel tegame un cucchiaio di panna, si mescola il tutto e si spruzza con prezzemolo tritato. 

  • Gazpacho di papaya

Il gazpacho (cioè la zuppa) alla papaya, va preparato usando 4 semplici ingredienti: pomodoro, cipolla, peperone e cetriolo. Di solito il gazpacho viene abbinato al pesce, e quindi in questa ricetta viene aggiunto del sapido nero di seppia alla papaya. Vanno frullati insieme 4 pomodori a grappolo, un cetriolo, mezza cipolla, un peperone rosso, una papaya e il nero di seppia, a cui va aggiunto un mezzo bicchiere di aceto di lamponi, olio extravergine di oliva, sale e origano fresco. Va utilizzato un piatto fondo, e il gazpacho va irrorato con gocce di olio extravergine di oliva a crudo e foglie di timo limone. Per aggiungere consistenza al piatto, si possono integrare fettine sottili di seppia, precedentemente congelata e marinata con succo di lime, olio, sale e zucchero.

  • Insalata di frutta esotica

Si tratta di una insalata senza verdure, ma preparata con la frutta: una ricetta senza dubbio fresca, profumata e colorata: si può usare l’ananas, l’avocado, il mango, il kiwi, con eventuale aggiunta di frutta secca, come noci pecan, noci macadamia e anacardi. Per armonizzare il tutto, si può condire con il lime e l’aggiunta di frutta esotica disidratata. Chiaramente, questo è un piatto leggero e gustoso, che si presta a numerose varianti, a seconda dei gusti e con l’utilizzo della fantasia.

Menu