27 settembre 2022 - Ore 17:19

Bari, morì durante un intervento di fecondazione assistita: i medici omisero la valutazione cardiologica

Secondo la Procura di Bari il ginecologo e l'anestesista continuarono l'intervento nonostante la paziente avesse accusato manifestazioni allergiche

Avrebbero continuato l’intervento di fecondazione assistita nonostante la paziente avesse accusato manifestazioni allergiche consistenti “in una brusca caduta della pressione arteriosa, con bradicardia e difficoltà respiratorieâ€. Sono queste le imputazioni che la Procura di Bari ha formulato nei confronti di un anestesista ed un ginecologo del Centro di fecondazione assistita di Conversano.  Secondo le indagini i due camici bianchi avrebbero omesso di “disporre la necessaria valutazione cardiologica prima dell’esecuzione di un interventoâ€.

L’inchiesta dovrà far luce sulla morte di Arianna Acrivoulis, 38enne di Bitritto, morta durante l’intervento di fecondazione assistita il 10 giugno 2015. 

Menu