2 ottobre 2022 - Ore 11:40

Malasanità, neonato morì per 'un alterco tra medici': 8 indagati al Di Venere di Bari

Un 38enne fu operata un'ora dopo il suo arrivo in ospedale per mancanza di sale operatorie disponibili

Otto medici sono stati iscritti al registro degli indagati nell’ambito di una inchiesta sulla morte di un neonato all’ospedale Di Venere di Bari. L’episodio risale al 30 aprile del 2016. Una donna di 38 anni arrivò nel nosocomio barese per sottoporsi ad un parto cesareo d’urgenza. Le sale operatorie dedicate al tipo di intervento erano però occupate da interventi già programmati in precedenza. Il ginecologo, come riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, decise così di utilizzare la sala operatoria di Chirurgia generale. La sala però doveva essere utilizzata per curare un paziente colpito da appendicite. In quel momento sarebbe nato un ‘alterco’ tra i due medici che avrebbe portato la donna ad essere operata un’ora dopo. Per il neonato non c’è stato più nulla da fare. 

Menu