3 ottobre 2022 - Ore 07:51

Xylella: l'UE chiede l'abbattimento di più ulivi

Oggi il commissario Silletti a Roma per presentare le strategie per far fronte al virus

Il virus ‘Xylella Fastidiosa’ fa paura all’Europa. Il rischio contaminazione è troppo grande, così i paesi europei pretendono misure drastiche per impedire che il virus si espanda a macchia d’olio. Il batterio, diffuso da una cicala chiamata sputacchina perché lascia un grumo di salive sulla pianta, potrebbe essere trasportato in qualunque parte dell’Europa. Fino ad oggi non esiste nessuna strategia possibile per combattere il virus che ha messo in ginocchio gli olivicoltori salentini. L’unica cosa che resta da fare è tagliare gli alberi malati. Ecco perché l’UE ha chiesto esplicitamente che “l’espianto delle piante avvenga in un’area significativaâ€. Così l’eradicazione degli ulivi infetti sarà quindici volte più ampia rispetto a quella prevista dal decreto ministeriale. In parole povere, saranno rasi al suolo circa 750 chilometri quadrati di ulivi. Intanto questa mattina Giuseppe Silletti, commissario delegato per l’attuazione degli interventi, presenterà a Roma il documento sugli interventi previsti per far fronte al virus.

Altri articoli

Menu