6 ottobre 2022 - Ore 03:51

Segni e linguaggi della violenza di genere

Lezione aperta al Politecnico di Bari

Organizzata dal Centro Antiviolenza dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari e dal Politecnico di Bari, l'iniziativa di sensibilità sociale è in programma domani, mercoledì, 2 marzo, ore 11,00, nel campus universitario, nell’Aula Magna “Domus Sapientiae†del Dipartimento di Ingegneria Civile e dell'Architettura (dICAR). 

All'incontro parteciperanno Francesca Bottalico, Assessora al Welfare del Comune di Bari, Francesco Cupertino, Rettore del Politecnico di Bari, Annalinda Neglia, Delegata al Welfare e Pari Opportunità del Poliba e Marika Massara, Coordinatrice del Centro Antiviolenza dell’Assessorato al Welfare per la cooperativa sociale Comunità S. Francesco.

Nel corso della “lezioneâ€, aperta a tutti, saranno affrontati diversi temi: dalle radici culturali della violenza alla disparità di potere nelle relazioni tra uomo e donna, così come emerge nei linguaggi e nella cultura popolare, agli stereotipi di genere divulgati mediante le varie forme espressive che caratterizzano la nostra quotidianità e di cui la comunicazione è intrisa. 

Inoltre, le operatrici del Centro Antiviolenza comunale illustreranno, le strategie per contrastare stereotipi e linguaggi violenti nonché gli strumenti a disposizione per intraprendere un percorso di fuoriuscita della violenza con il supporto delle professioniste del Centro stesso.

La Mostra. Alla lezione seguirà, nell’Atrio Cherubini (campus universitario), primo piano del corpo Biblioteca Centrale del Politecnico, l’inaugurazione della mostra, “Vite plurali. Vite di donneâ€. 

Le opere esposte sono state selezionate tra le 100 raccolte nell’ambito della call for art di Generare Culture Nonviolente promossa, nello scorso mese di novembre, con l’obiettivo di costruire, insieme alla cittadinanza, una campagna di sensibilizzazione e comunicazione sociale contro la violenza sulle donne. 


Il Politenico di Bari, sensibile al tema della violenza sulle donne, ha inteso percorrere la strada della collaborazione, della sensibilizzazione e soprattutto della partecipazione ad iniziative concrete. Da circa un anno, ha attivato nel campus universitario lo sportello del Centro Antiviolenza dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari. A tale servizio, si ricorda, si accede mediante prenotazione, contattando il numero attivo h24 tel. 328 8212906 o il numero verde 800202330, oppure scrivendo all'indirizzo e-mail info@centroantiviolenza.it o in posta privata sulla pagina Facebook del Centro Antiviolenza Bari.

Altri articoli

Menu