24 Aprile 2024 - Ore
Sviluppo

Frecciarossa Milano-Bari, Emiliano: ‘Ferrovie dello Stato non ha informato la Regione, serve collegamento con Lecce e Taranto’

Il governatore ha definito 'unilaterale' la decisione dell'ente pubblico di fermare la corsa nel capoluogo di regione

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, ha dichiarato che la decisione di programmare la nuova linea Milano-Bari è stata presa “unilateralmente” da Ferrovie dello Stato. La Regione Puglia non è stata informata e non ha quindi potuto richiedere il prolungamento della tratta fino a Lecce e Taranto. “Se davvero si vuole fare cosa utile per la Puglia, per il Mezzogiorno e per l’intero Paese – dichiara il Sindaco di Puglia alla Gazzetta del Mezzogiorno – , occorre accelerare il più possibile il raddoppio della dorsale adriatica nella tratta da Termoli a Lesina – che comunque consentirebbe un recupero nei termini di tempi di percorrenza fino a Lecce e a Taranto – mentre, con l’iniziativa annunciata, si faranno correre due treni veloci su una linea a binario unico per oltre 30 Km, con buona pace della velocizzazione funzionale del collegamento”.

“Trenitalia – conclude Emiliano – che peraltro gestisce un importante contratto di servizio pubblico locale sottoscritto con la nostra Regione, oltre a interloquire preventivamente col Governo regionale al fine di cogliere esigenze o suggerimenti, non può non porsi oggi il problema di garantire l’efficienza del servizio soprattutto in relazione all’incremento esponenziale dei flussi turistici di quei territori garantendo, inoltre, il reale diritto alla mobilità e la ricucitura del Sud al resto d’Italia ed all’Europa”.

© Riproduzione riservata

Altro in Sviluppo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu