25 Febbraio 2024 - Ore
Cultura e Spettacolo

Polignano a Mare: presentata ‘Episodi’, la rassegna di incontri culturali organizzata da ‘Il libro possibile’

Vendola: 'buone iniziative che restituiscono dignità e senso alle parole'

“In questi anni abbiamo avuto l’ansia di promuovere il libro e le iniziative culturali legate allo sviluppo delle attività editoriali, in un momento di crisi di questo segmento della nostra economia, soprattutto per le piccole case editrici, che vivono in un grandissimo affanno”.

Così il Presidente della Regione Puglia intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di “Episodi” la rassegna di incontri culturali, organizzato da “Il libro possibile”, che si terrà alle Grotte di Castellana il prossimo 9 maggio e 4 e 19 giugno.

“In questi anni – ha spiegato il Presidente – abbiamo promosso un’esperienza importante come quella dei “Presidi del libro”, provando anche ad esportarla fuori dalla Puglia. Abbiamo sostenuto eventi come “Il libro possibile” e “I dialoghi di Trani”, abbiamo organizzato persino attività legate alla raccolta volontaria dei libri, per fornire asili nido e reparti pediatrici degli ospedali della Puglia. Abbiamo lavorato molto su questo perché crediamo che la lettura resti un fatto fondamentale nella formazione, soprattutto dei giovani e che la discussione sui libri sia un’occasione straordinaria di educazione alla convivenza”.

“Il libro possibile” a Polignano, ha continuato il Governatore, “è una delle manifestazioni più interessanti e più singolari di un territorio effervescente, capace di accogliere gli stimoli e le sollecitazioni culturali”.

Il Presidente della Regione ha poi sottolineato quanto la parola oggi sia screditata. “La parola – ha detto – non ha più un significato. Ce ne accorgiamo tante volte nel dibattito politico che è chiacchiericcio e vaniloquio. La parola non è rispettata, è un guscio vuoto, non ha più senso, non è più un cartello stradale che indica con certezza una direzione. Ecco, queste iniziative restituiscono dignità e senso alle parole. Noi lo sappiamo: la civiltà non regge se non si fonda sulla credibilità della parola e sui vocabolari. Abbiamo provato ad allargare ad ogni pezzettino di territorio, cercando di innescare una felice epidemia, affinché le iniziative non si radicassero semplicemente in quella realtà. Ecco, pensiamo il libro come un virus positivo”.

“Finanziare questa iniziativa – ha concluso il Presidente – non è stato affatto semplice. Abbiamo dovuto arrampicarci sulle vette del Patto di stabilità, dei limiti della spesa. Sono preoccupato, perché non so se in futuro si potrà continuare a finanziare tali eventi. Da un lato occorre con tutte le forze contrastare l’idea che la cultura possa diventare la Cenerentola dei Bilanci e, dall’altro, dobbiamo spingere sempre di più perché i territori siano in grado, anche con l’intervento dei privati, di organizzare la cultura e la promozione di un territorio”.

© Riproduzione riservata

Altro in Cultura e Spettacolo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

mondositiscommesse.it
Menu