20 Giugno 2024 - Ore
Cronaca

Marò, la Corte suprema indiana pone sette condizioni per il ritorno di Girone

Il fuciliere dovrà firmare presso un commissariato di polizia ogni mercoledì del mese e non potrà entrare in contatto con persone coinvolte coinvolte nell'incidente della petroliere Enrica Lexie

 La Corte Suprema indiana ha stabilito sette condizioni per il rimpatrio provvisorio del fuciliere Salvatore Girone. E’ quanto emerge dal testo della sentenza pubblicato sul website del massimo organismo giudiziario indiano. Il marò dovrà presentare garanzie insieme all’ambasciatore italiano a New Delhi, dovrà consegnare il passaporto alle autorità italiane, firmare la presenza ogni mercoledì del mese presso un commissario di polizia e non potrà entrare in contatto con altre persone coinvolte nell’incidente della petroliera Enrica Lexie.

 

Il governo italiano dovrà inoltre informare New Delhi con una ‘nota verbale’ ogni 3 mesi sulla ‘situazione’ di Girone. La prima nota dovrà giungere il 1 settembre.
   

© Riproduzione riservata

Altro in Cronaca

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu