8 Febbraio 2023 - Ore
Salute

Dal 1° gennaio in Puglia a regime la ricetta dematerializzata

La decisione è contenuta in un emendamento approvato dal Consiglio regionale nell’ambito dell’esame del Bilancio di previsione

Dal 1° gennaio 2023, andrà a regime, in Puglia, il rilascio dematerializzato della ricetta da parte del medico prescrittore. La decisione è contenuta in un emendamento approvato dal Consiglio regionale nell’ambito dell’esame del Bilancio di previsione che, diversamente dalla proroga approvata a livello nazionale, rende  permanente tale  modalità. Il medico prescrittore dunque, al momento della generazione della   ricetta dematerializzata, potrà  rilasciare  il promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione  dell’identificativo della ricetta dematerializzata- di cui al decreto del Ministero dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministero della Salute del 2 novembre 2011  – tramite:

  1. Trasmissione del promemoria certificata  in allegato, in forma pdf o immagine, a messaggio di posta elettronica, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore la casella di posta elettronica (PEC) o quella di posta elettronica ordinaria (PEO);
  2. Comunicazione, tramite SMS  dell’identificativo della ricetta dematerializzata con SMS o con applicazione per telefonia mobile che consente lo scambio di messaggi e immagini, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore il numero di telefonia mobile;
  3. Comunicazione telefonica da parte del medico prescrittore dell’identificativo della ricetta dematerializzata su numero telefonico indicato dall’assistito. In alternativa, il medico prescrittore invia all’assistito  l’identificativo della ricetta demateralizzata o l’immagine del codice a barre  dello stesso identificativo, utilizzando un’applicazione per la telefonia mobile, alla quale risultano registrati sia il medico prescrittore sia l’assistito, che consente lo scambio di messaggio  e immagini.

© Riproduzione riservata

Altro in Salute

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu