15 Giugno 2024 - Ore
Cronaca

Palagiustizia Bari, il ministro Bonafede: ‘Chiesto anticipo per nuova sede’

Il Guardasigilli durante il congresso nazionale AIGA a Trani: 'Due task force inviate in Puglia'

“Abbiamo chiesto una immissione nel possesso dell’immobile antecedente rispetto ai termini che erano stati prospettati”. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, sottolineando di aver chiesto alla proprietà dell’immobile ex Telecom che dovrà ospitare gli uffici penali baresi di Procura e Tribunale, di poterlo usare prima dei tempi previsti. Il ministro ne ha parlato in occasione del congresso nazionale Aiga a Trani. Per risolvere la questione del Palagiustizia barese, dichiarato inagibile per rischio crollo, il ministro ha detto di aver “mandato a Bari due task force. Una del ministero relativa agli aspetti logistici e anche un aiuto dal dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, che fa da navetta tra la vecchia e le nuova sede”. “Per le notifiche – ha aggiunto – stiamo studiando insieme al Tribunale, alla Corte di Appello e agli addetti ai lavori il modo per affrontare il problema delle notifiche che è conseguente alla sospensione dei termini”. La legge che ha sospeso i processi a Bari, infatti, comporterà l’impegno per il Tribunale di notificare le nuove udienze di circa 8.500 processi. “La task force sta lavorando insieme agli uffici per le notifiche – ha detto Bonafede – e sta valutando cosa è necessario fare su due aspetti: il supporto telematico e fisico. Ma tutto questo è in fase di studio”.

© Riproduzione riservata

Altro in Cronaca

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu