2 Febbraio 2023 - Ore
Città e avvenire

Arte e cultura: una grande risorsa per le Istituzioni

Chi considera la cultura un peso economico per il bilancio, dovrebbe ricredersi

L’arte e la cultura rappresentano un immenso potere. Inequivocabilmente mezzi di comunicazione, portatori di valori, emozioni, spiritualità, in grado di unire viaggiando oltre ogni frontiera, annientando le virtuali linee di confine territoriali segnate dagli uomini. La nostra Italia è un esempio di ricchezza di cultura e di arte nel mondo. La sua tradizione artistica si perde nella notte dei tempi, tanto antica quasi quanto lo stesso Paese, ed offre emozionanti viaggi dall’epoca degli antichi romani e greci fino ad arrivare ai giorni nostri. Tutte le regioni italiane sfoggiano bellezze naturali e tesori artistici ereditati nei secoli, presenti anche in città cosìdette minori, e appartenenti in molti casi al patrimonio dall’UNESCO. La verità è che, l’arte e la cultura, sono fenomeni mai passati di moda, una risorsa che in un momento di grandi precarietà economiche e di valori, può rappresentare la giusta strada per la ripresa e il cambiamento. Il luogo comune che replica “con la cultura non si mangia” può essere smentito dagli indiscutibili risultati. Le potenzialità della cultura italiana, ben strutturate con attività strategiche ed azioni concrete possono, senza ombra di dubbio, offrire sviluppo economico ai territori, perché in grado di attrarre visitatori e stranieri in tutte le stagioni dell’anno. La conferma la si riscontra nella Puglia, “Porta d’Oriente”, da secoli crocevia in fermento di incontri, che occupa ormai un posto nell’Olimpo delle mete preferite nel nostro Paese, contando all’attivo un notevole afflusso di stranieri, soprattutto russi, conquistati dall’atmosfera, dall’ottima enogastronomia ed uno stile sano ed accogliente che rendono ancor più incantevoli ed affascinanti i nostri luoghi. Le Istituzioni ed Amministrazioni, nazionali e locali, dovrebbero ricredersi dal considerare la cultura un peso economico per il bilancio, sacrificandola spesso in favore di altre azioni. Al contrario investire maggiormente nei patrimoni fatti di arte e tradizioni dei territori rappresentati, adottando di concerto progetti mirati a tutelarlo promuoverlo e valorizzarlo, rendendolo facilmente accessibile e fruibile da parte di tutti e trasformandolo in efficaci risorse produttive per il benessere, lo sviluppo sociale e il lancio economico del Paese.

© Riproduzione riservata

Altro in Città e avvenire

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu