27 Novembre 2022 - Ore
Ambiente / Pace / Sostenibilità / Sviluppo e Lavoro

Teodoro Miano eletto Segretario Generale del CIHEAM

È quanto emerso dalla votazione tenutasi durante il Consiglio d’Amministrazione del CIHEAM riunitosi a Parigi

Teodoro Miano è stato eletto Segretario Generale del CIHEAM (Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei).

È quanto emerso dalla votazione tenutasi oggi durante il Consiglio d’Amministrazione del CIHEAM riunitosi a Parigi, che ha affidato l’incarico di Segretario Generale a Teodoro Miano, professore ordinario di Chimica agraria dell’Università degli Studi di Bari, dipartimento di Biologia e Chimica Agro-Forestale e Ambientale (DIBCA), già delegato italiano e vice presidente del Consiglio d’Amministrazione del CIHEAM.

Fondato nel 1962, il CIHEAM  è un’Organizzazione intergovernativa alla quale aderiscono 13 Paesi mediterranei: Albania, Algeria, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Libano, Malta, Marocco, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia. La sua sede è a Parigi.

L’organo di direzione e decisione del CIHEAM è il Consiglio di Amministrazione, costituito da un delegato di ciascun Paese aderente. Sono membri di diritto, con voto consultivo, i rappresentanti dell’OCSE e del Consiglio d’Europa. Alle riunioni assistono, come osservatori, i rappresentanti della Commissione Europea, della FAO e dell’ OADA.

La struttura operativa è costituita dal Segretariato Generale, con il suo Segretario, e da quattro Istituti Agronomici Mediterranei (IAM) con i rispettivi Direttori.

Le sedi dei quattro Istituti sono: in Italia a Bari; in Grecia a Chania, in Spagna a Saragozza ed in Francia a Montpellier.

L’Istituto di Bari è la struttura operativa italiana del CIHEAM e, in quanto tale, gode dei privilegi di extraterritorialità riconosciuti dalla Repubblica Italiana agli organismi internazionali. È un centro di formazione postuniversitaria, ricerca scientifica applicata e progettazione di interventi in partenariato sul territorio nell’ambito dei programmi della cooperazione internazionale; opera in cinque aree tematiche: Approcci innovativi per la difesa integrata delle colture ortofrutticole mediterranee, Agricoltura biologica mediterranea, Gestione sostenibile dell’acqua e del suolo in agricoltura, Agroecosistemi sostenibili e resilienza.

Miano succede a Placido Plaza, che ha ricoperto l’incarico dal 2018 ad oggi.

© Riproduzione riservata

Altro in Ambiente

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu