12 Aprile 2024 - Ore
Cultura e Spettacolo

AL TEATRO ABELIANO DI BARI IL DEBUTTO DELLA COMPAGNIA DEL SOLE CON “TRE SORELLE”

27 – 28 – 29 ottobre; drammaturgia e regia Marinella Anaclerio

La nuova produzione della Compagnia del Sole Tre Sorelle (o l’attesa della felicità) sarà presentata al pubblico al Teatro Abeliano di Bari all’interno del Festival Multidisciplinare Maschere d’Olivo 2023.

In programma venerdì 27 ottobre, ore 21:00, l’anteprima nazionale, sabato 28 ottobre, ore 21:00, il debutto, in replica anche domenica 29 ottobre, ore 18.00.

Lo spettacolo diretto da Marinella Anaclerio con Stella Addario, Flavio Albanese, Marco Bellocchio, Patrizia Labianca, Loris Leoci, Ornella Lorenzano, Tony Marzolla, Luigi Moretti, Dino Parrotta, Domenico Piscopo e Antonella Ruggiero, con le scene di Pino Pipoli, il disegno luci di Cristian Allegrini e i costumi di Benedetta Moruzzi, prosegue il lavoro avviato con la precedente produzione de Il Giuocatore, una ricerca sulla ludopatia inserita all’interno del progetto Mind the GAP: incentrato sul tema della ludopatia che il MIC ha accolto nell’ambito del FNSV per il triennio 2022-24.

Tre sorelle (o l’attesa della felicità) di Čechov è un testo che mette in luce le cause possibili dell’insorgere della ludopatia. «Il personaggio ludopatico è il fratello Andrej, apparentemente non protagonista della storia, almeno non come Florindo, il giocatore goldoniano, bensì anello più debole e centrale della catena degli eventi narrati. Il giovane, presentato come un appassionato violinista che vuole andare a Mosca per intraprendere la carriera accademica come professore, è colui che nel tempo subisce maggiormente gli effetti di un mutato panorama sociale. In realtà tutta la famiglia Prozorov si confronta con il vuoto di certezze che la morte del padre ha lasciato, ma è Andrej che, dopo un matrimonio impulsivo e sbagliato, non reggendo tale assenza di futuro si lascia risucchiare dal gioco d’azzardo attendendo che la felicità bussi alla sua porta con una vincita miracolosa che di fatto non arriva.» Prosegue Marinella Anaclerio: «questa attesa di felicità caratterizza in qualche modo la maggior parte dei personaggi, che hanno sogni confusi e si agitano senza una prospettiva reale. I più si affidano a ricette facili che fanno naufragare i loro sogni contro lo scoglio di una realtà mai davvero considerata, finendo col diventare via via più passivi ed indifferenti. La storia si apre in una luminosa in primavera in cui si canta, si suona e si celebra la vita ed il futuro: una commedia brillante che lascia sperare. Si chiude in un autunno triste con tante separazioni e perdite, passando per un inverno di segreti eccitanti e passioni nascoste ed un’estate di fuoco. Quattro stagioni, quattro anni, quattro momenti metaforici della vita di ogni essere umano, che vengono immortalati in questo raffinato affresco su cui ciascuno dovrebbe meditare… Una commedia (questo è il genere in cui Čechov ascriveva le sue opere) che passando per il dramma, arriva a toccare la tragedia. Per quanto mi riguarda, la forza della scrittura cechoviana sta nel non “parteggiare” per alcun personaggio, lasciando al tempo ed alle situazioni la responsabilità di rivelarne il carattere, di conseguenza nella sottile puntualità con cui affida a dettagli essenziali delle azioni e dei dialoghi la responsabilità di farlo».

La ludopatia è un problema che interessa la società odierna da vicino considerando che nel 2022 in Italia, nel gioco d’azzardo, son stati spesi circa 130 miliardi di euro. Il progetto Mind the GAP e questa nuova produzione si inseriscono perfettamente nella vocazione che da sempre anima le scelte artistiche della compagnia fondata e diretta da Marinella Anaclerio e Flavio Albanese: parlare al pubblico del tempo presente, attraverso i classici e non solo, in modo da rendere il teatro un terreno comune di dialogo e riflessione centrale nelle scelte etiche della vita quotidiana.

Oltre le repliche serali e pomeridiane sono previsti due matinée in programma venerdì 27 e lunedì 30 ottobre, entrambi alle ore 10:00.

Venerdì 27 ottobre, ore 21:00 ANTEPRIMA

Sabato 28 ottobre, ore 21:00 DEBUTTO

Domenica 29 ottobre, ore 18:00 REPLICA

Venerdì 27 e lunedì 30 ottobre, ore 10:00 MATINÉE

© Riproduzione riservata

Altro in Cultura e Spettacolo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu