19 Maggio 2024 - Ore
Sviluppo

Bari: proseguono i lavori di efficientamento energetico dello stadio del nuoto

L'assessore Galasso: 'Nel 2016 il Comune finanzierà il secondo progetto'

Nella giornata di oggi i tecnici comunali della ripartizione Opere pubbliche hanno eseguito un sopralluogo per accertare lo stato di avanzamento dei lavori di efficientamento energetico dello Stadio del Nuoto.
L’intervento, selezionato da ANCI e Ministero dell’Ambiente nell’ambito del “POI Energia” 2007-2013″, ha come obiettivo l’aumento della quota di energia consumata proveniente da fonti rinnovabili con conseguente riduzione dei costi ed il miglioramento dell’efficienza energetica dell’impianto sportivo.

I lavori in corso rientrano nel primo stralcio del progetto complessivo elaborato sulla base della “diagnosi energetica” effettuata sull’intero Stadio del Nuoto prevedendo un costo complessivo di 1.500.000,00 euro.
Ad oggi si stanno realizzando i nuovi impianti per la produzione dell’acqua calda sanitaria, l’impianto solare termico, i nuovi impianti termici, tra cui una nuova Unità di Trattamento Aria (U.T.A.) ad alta efficienza, sistema di recupero delle acque reflue, nuovi generatori di calore e un nuovo sistema di termoregolazione e controllo.

“L’importo del finanziamento ottenuto dal Ministero ammonta a 900.000 euro – spiega l’assessore ai lavori pubblici Galasso – e contiamo per il 2016 di finanziare e avviare la progettazione di ulteriori interventi, di natura strutturale, già inseriti nella nostra programmazione triennale. Con questa operazione di efficientamento energetico, il più importante impianto della nostra città dedicato agli sport in acqua, si rinnova completamente in tutta la sua parte tecnologica ed impiantistica.
Siamo soddisfatti di come stanno procedendo i lavori che dovrebbero terminare entro la metà del prossimo settembre. Abbiamo realizzato tutti gli impianti senza interrompere le attività sportive ne creare particolari disagi alla cittadinanza che frequenta lo stadio del nuoto. Contiamo di realizzare le stesse tecnologie su tutti gli impianti pubblici, a cominciare da scuole e impianti sportivi”.

© Riproduzione riservata

Altro in Sviluppo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu