12 Luglio 2024 - Ore
Politica

Comune di Bari: presentato il bilancio di revisione 205-2017

Il sindaco Decaro: 'Abbiamo mantenuto l'impegno di abbassare le tasse senza tagliare i servizi. Investimenti su Wlefare, Cultura e Municipi'

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, insieme agli assessori al Bilancio e all’Ambiente, Dora Savino e Pietro Petruzzelli, ha presentato alla stampa le principali novità del bilancio di previsione 2015/2017 del Comune di Bari.

“Abbiamo mantenuto l’impegno preso con i cittadini in questi mesi – dichiara Decaro – questo è il primo bilancio che può realmente ricondursi all’amministrazione che sto guidando da circa un anno e, come promesso, tutti i nostri sforzi si sono concentrati sull’obiettivo di ridurre le imposte comunali garantendo gli stessi servizi ai cittadini.
A Bari abbassiamo le tasse, nonostante i tagli subiti che ammontano complessivamente a circa 8,4 milioni di euro (6,7 milioni di euro previsti dalla legge di stabilità del Governo più 1,7 milioni di euro di tagli derivanti da altre normative precedenti). Questo è stato possibile grazie al lavoro portato avanti in sinergia tra tutti gli assessorati per attuare una straordinaria operazione di riorganizzazione e revisione della spesa. Siamo intervenuti sostanzialmente sulla riduzione delle locazioni passive, sulla riduzione delle spese di funzionamento dell’ente (spese telefoniche, noleggio fotocopiatori e altre spese accessorie di tutte le ripartizioni comunali), sui costi della politica – siamo passati da 9 circoscrizioni a 5 municipi – e sulla lotta all’evasione fiscale. Nello specifico, sull’evasione fiscale abbiamo intenzione di proseguire, intervenendo sui servizi a domanda individuale su cui già da diversi mesi stiamo lavorando: mensa, asili nido e trasporto scolastico e censimento di tutte le abitazioni non dichiarate al fine del pagamento della TARI.
Per quanto riguarda le imposte, siamo intervenuti sostanzialmente sulla TASI, riducendo l’aliquota dal 3,3 per mille al 2,99 per mille, mantenendo le stesse fasce di esenzione e le stesse detrazioni dello scorso anno, e sulla TARI, per cui abbiamo cercato di portare avanti una politica di incentivo sulla raccolta differenziata. Infatti, nonostante l’aumento del costo del conferimento in discarica del rifiuto indifferenziato, l’imposta non subirà variazioni, anzi: abbiamo deciso di rimodulare le detrazioni con l’obiettivo di coprire una fascia più ampia di popolazione beneficiaria, aumentando la detrazione al 25% (rispetto al 10% dello scorso anno) per i nuclei familiari che risiedono nei quartieri che superano il 50% di raccolta differenziata. A Bari ci sono 8 quartieri (Palese, Mungivacca, Fesca, San Girolamo, San Pio, San Giorgio-Torre a Mare, San Pasquale) che hanno una percentuale di raccolta differenziata che oscilla tra il 42% e 49% e che possono raggiungere facilmente l’obiettivo. Questo significa che, se continuiamo a lavorare come abbiamo fatto nei quartieri in cui abbiamo sperimentato il progetto Bari per bene, crescendo in media di circa 10 punti percentuali, riusciremo a garantire una detrazione maggiore per un numero maggiore di famiglie.
L’AMIU per la prima volta contribuisce al bilancio comunale con 1.100.000 euro, grazie all’attività che l’azienda conduce nell’attività conto terzi per altri Comuni per i quali gestisce il processo di biostabilizzazione presso il proprio impianto.
L’AMGAS ha avviato la restituzione parziale per dividendi pregressi per circa 1 milione di euro.
La cosa che ci rende più orgogliosi – spiega il sindaco – è che siamo riusciti ad operare questo taglio senza intaccare minimamente i servizi ai cittadini, anzi, nonostante questo bilancio si possa definire “orientato al risparmio”, siamo riusciti anche a prevedere dei piccoli investimenti che abbiamo scelto di concentrare sul Welfare, raddoppiando il contributo comunale sulla misura di sostegno al reddito e all’occupazione Cantieri di cittadinanza (da 400.000 euro passiamo ad 800.000 euro) e sulla Cultura, con 250.000 euro per i Teatri di Rilevante Interesse Culturale – TRIC e 100.000 euro per le attività del polo delle arti contemporanee che che saranno ospitate nella Sala Murat.
Un investimento è stato fatto anche sui giardini pubblici – abbiamo 70.000 euro destinati alle manutenzioni – e abbiamo decentrato i fondi per cultura e sport in favore dei municipi: 50.000 euro per la cultura e 25.000 euro per lo sport. Questa scelta è stata fatta anche per avviare la fase di decentramento amministrativo.
L’attività portata avanti quest’anno dimostra, in conformità con l’orientamento del Governo, che, se si amministra bene, è possibile ridurre le spese mantenendo inalterati i servizi”.
L’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli è intervenuto per specificare i nuovi sconti previsti dalla TARI: “Abbiamo lavorato per aumentare il numero di cittadini beneficiari di sconti o esenzioni per quanto riguarda l’imposta sui rifiuti, innalzando la soglia del reddito ISEE da 4.000 a 5.000 euro. Ci siamo concentrati sul lavoro e l’impegno dei quartieri virtuosi, i cui residenti saranno premiati e continueremo a portare avanti l’attività dei centri comunali di raccolta per incentivare i singoli cittadini: quest’anno abbiamo distribuito buoni spesa per 85.000 euro a fronte di 6.300 persone iscritte che conferiscono rifiuti differenziati”.

“Il bilancio comunale – spiega l’assessora Dora Savino – è sostanzialmente composto da entrate correnti, che ammontano a circa 383 milioni di euro. Abbiamo fatto un grande sforzo per conciliare la riduzione delle imposte con l’impegno di mantenere inalterati i servizi garantendo una grande attenzione alle fasce più deboli e in difficoltà, anziani, minori e famiglie con redditi bassi. Circa 72 milioni di euro sono destinati al settore della solidarietà sociale e 27 milioni di euro all’istruzione e al diritto allo studio. Per proseguire in questa direzione stiamo intensificando il lavoro sulla lotta all’evasione fiscale che calcoliamo possa rappresentare per il comune di Bari un valore di circa 10 milioni di euro”.

© Riproduzione riservata

Altro in Politica

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu