25 Aprile 2024 - Ore
Turismo

Pasqua, corsa ai viaggi ‘low cost’ e soggiorni brevi

L'89% degli italiani si limiterà ad uscire di casa per il pranzo di Pasqua o per la gita di Pasquetta

La crisi economica, le avverse previsioni meteorologiche e la contrazione dei consumi condizionano negativamente le prossime vacanze di Pasqua. A sostenerlo è Trademark Italia secondo cui quest’anno non si registra il tutto esaurito negli alberghi. L’89% degli italiani (rispetto all’85% dello scorso anno) si limiterà ad uscire di casa per il pranzo di Pasqua o per la gita di Pasquetta. Sette milioni di persone trascorreranno almeno due giorni fuori casa con flussi che riguardano tutte le regioni.
La tendenza di quest’anno invece, si chiama ‘ride sharing’ un fenomeno che in Italia sta dilagando, soprattutto tra i giovani, e che consiste in sostanza nel mettere a disposizione di altri viaggiatori i posti liberi delle proprie auto condividendo le spese. A mettere in contatto automobilisti e viaggiatori con la stessa destinazione è BlaBlaCar, una piattaforma online leader in Europa con oltre 6 milioni di iscritti, decine di migliaia di destinazioni e 700.000 passeggeri trasportati ogni mese. In Italia esiste da maggio 2012 e lo scorso anno ha visto crescere l’offerta di passaggi del 247% con periodi di picco, come le vacanze natalizie, in cui sono stati offerti oltre 250 mila posti auto. Un’impennata che promette di ripetersi anche nelle vacanze pasquali, con una crescita di offerta di passaggi del 310% rispetto al 2013.
Le tratte più richieste sono Roma-Bari, Milano-Roma, Milano-Bari, Milano-Napoli, mentre Campania e Puglia sono le regioni più gettonate per i ponti di primavera. Parlando di costi, viaggiando in ‘ride sharing’ la benzina può costare anche 0,45 centesimi al litro, risparmiando in media fino al 75%. Per esempio, mentre in auto da soli viaggiando da Milano a Roma si spendono 120 euro, con il ‘ride sharing’ si scende a 30 euro, con un risparmio di 90 euro. Da Roma a Lecce, invece, il taglio dei costi è di 86 euro. Ma anche viaggiando come passeggero si ottengono notevoli vantaggi. Rispetto al treno, per esempio, nella tratta Milano-Roma si risparmiano 56 euro (dagli 86 del treno ai 30 di BlaBlaCar), mentre per andare da Roma a Lecce il risparmio è di 36 euro (da 66 a 30 euro). Ma l’auto condivisa taglia anche le emissioni: se da Milano a Roma andata e ritorno quattro persone ognuna con la propria auto emetterebbero circa 692 kg di CO2, con un’unica auto scenderebbero a 173 kg di CO2.

© Riproduzione riservata

Altro in Turismo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu