24 Maggio 2024 - Ore
Cronaca

Spade, pugnali e balestre in casa: sorvegliato speciale di Canosa finisce in carcere

Il 58enne dovrà rispondere di violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale

Sebbene fosse sottoposto alla sorveglianza speciale, misura che vieta il possesso di qualsiasi tipo di arma, deteneva in casa un bazar di armi bianche e per questo è stato arrestato.

A fare la scoperta sono stati i Carabinieri di Canosa di Puglia, che hanno arrestato l’altra mattina un sorvegliato speciale 58enne del posto, accusato di violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale.

I militari, nel corso di una perquisizione compiuta presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto, in una stanza, una rastrelliera su cui erano appese due katana, tipiche spade da samurai, mentre in un armadio della stessa stanza, sono stati trovati due pugnali da sub, due balestre comprese di dardi, una frusta e un manganello, che sono stati sequestrati.

Scattato immediatamente l’arresto, il sorvegliato, su disposizione della  Procura della Repubblica di Trani,  è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Le armi bianche, invece, sono state sequestrate.

© Riproduzione riservata

Altro in Cronaca

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu