24 Febbraio 2024 - Ore
Turismo

Le 5 spiagge più belle del Salento

Mentre l’inverno lancia i suoi ultimi attacchi di pioggia e neve, il desiderio dell’estate si fa più forte che mai […]

Mentre l’inverno lancia i suoi ultimi attacchi di pioggia e neve, il desiderio dell’estate si fa più forte che mai nei cuori dei viaggiatori, che già sognano spiagge bianche, acque cristalline e cene in riva al mare. E perché allora non approfittare delle offerte esclusive che si trovano in questo periodo e prenotare in anticipo le vacanze estive?

Le occasioni di risparmio certo non mancano e, visto il rincaro generale dei prezzi, coglierle può fare la differenza tra vivere una vacanza da sogno o accontentarsi di un viaggio non all’altezza delle aspettative. Quanto alla destinazione, per chi ama sole e mare, il Salento è una delle zone migliori d’Italia: spiagge da cartolina, acqua pulita e tante occasioni di divertimento. Vediamo allora quali sono le 5 spiagge migliori per una vacanza in Salento.

Punta Prosciutto

Nel comune di Porto Cesareo, a poca distanza da Gallipoli, si trova la spiaggia di Punta Prosciutto. È parte della riserva naturale della Palude del Conte e Duna costiera ed è stata per lungo tempo un’area nota solo ai residenti. Risulta per questo ancora piuttosto selvaggia e incontaminata, sebbene sia ormai nota al grande pubblico ed attragga colonie di vacanzieri provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo.

La spiaggia bianca e l’acqua pulita si accompagnano alla rigogliosa macchia mediterranea che circonda la spiaggia. I fondali rocciosi che si alternano alla sabbia finissima sono l’habitat naturale di diverse specie marine, che si possono facilmente avvistare facendo immersioni. Durante un viaggio in Salento, fare tappa qui è un must.

Torre dell’Orso

Con una caratteristica forma a mezzaluna, la spiaggia di Torre dell’Orso si sviluppa tra due scogliere a circa 9 km da Melendugno. L’acqua è sempre trasparente e pulita, per via delle correnti che si formano costantemente nel canale d’Otranto. Al largo si stagliano contro il cielo le Due Sorelle: due faraglioni bianchi, che secondo la leggenda sarebbero due bellissime donne affogate in mare e trasformate in roccia dal dio Nettuno.

Nelle grotte in prossimità della spiaggia di Torre dell’Orso si possono ammirare degli antichi graffiti in lingua greca e latina, testimonianze della fede religiosa dei navigatori che un tempo solcarono queste acque. Assolutamente da vedere, anche per chi non è appassionato di storia.

Cala dell’Acquaviva

Cala dell’Acquaviva è una delle più belle baie di Lecce. Questa piccola insenatura, nella località di Marina di Marittima, è raggiungibile dal Canale del Bosco e si presenta come un vero tripudio di colori. Le scogliere bianche sono esaltate dalle mille sfumature del mare turchese e dal verde della vegetazione che cresce rigogliosa sulle rocce.

La sua conformazione si presenta come quella di un vero e proprio fiordo: un’insenatura lunga e stretta con scogliere incredibili. La grande differenza è che qui il freddo non è un problema. Basta fare attenzione lungo la strada che porta all’ingresso di questo piccolo pezzo di paradiso, racchiuso da due grandi ali rocciose.

Porto Badisco

Porto Badisco non è una spiaggia come tante: oltre ad essere magnifica, è legata al mito di Enea. Secondo Virgilio, infatti, qui sarebbe sbarcato il fondatore di Roma quando era in fuga dalla guerra di Troia. Questa incredibile insenatura si trova tra Otranto e Santa Maria di Leuca, nei pressi di un pittoresco villaggio di pescatori.

L’acqua è cristallina e le pareti di roccia che circondano il piccolo tratto di spiaggia sono custodi di magnifiche insenature e grotte naturali. Gettarsi in mare dalle sporgenze rocciose per immergersi nell’acqua fresca è un’esperienza assolutamente unica.

Ma tra le ragioni per inserire Porto Badisco tra le cinque spiagge più belle del Salento c’è anche la natura rigogliosa che caratterizza la zona. Piante di fichi d’India e mirto profumato circondano l’accesso alla spiaggia, semi nascosto tra rocce e vegetazione.

Ed entrando nella Grotta dei Cervi si possono ammirare pitture preistoriche che testimoniano la presenza dell’uomo già in tempi antichissimi. Uno spettacolo mozzafiato, inserito in uno scenario naturale senza precedenti.

Grotta della Poesia

Rientra a pieno titolo nella classifica delle cinque spiagge più belle del Salento la Grotta della Poesia, che si trova a Melendugno, in provincia di Lecce. Il suo nome deriva da una leggenda, secondo cui una bellissima principessa aveva l’abitudine di recarsi in questo luogo per rinfrescarsi, richiamando così l’attenzione di molti poeti, che accorrevano ad ammirarne la bellezza e su di essa componevano versi e strofe.

Ci sono però teorie secondo le quali il nome derivi dal greco e significhi “sorgente d’acqua dolce” indicando che in passato qui si trovava una fonte che scorreva all’interno della grotta. In ogni caso, oggi si presenta come una piscina naturale.

Questo luogo mistico è raggiungibile in barca seguendo uno stretto canale, a nuoto oppure gettandosi direttamente dalle rocce sovrastanti. La sabbia è praticamente assente, ma il mare è cristallino e l’atmosfera irripetibile. Una destinazione da non farsi scappare.

© Riproduzione riservata

Altro in Turismo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

mondositiscommesse.it
Menu