31 Gennaio 2023 - Ore
Cultura e Spettacolo

‘Giri di pensiero’, nello Spazio Murat di Bari una rassegna dedicata all’arte

Venerdì 18 ottobre si parte con Tomaso Binga (alter ego di Bianca Pucciarelli), artista e autrice di poesia visiva, sonora e performativa, figura centrale all'interno del discorso femminista nel panorama artistico italiano


Tomaso Binga, Martin Margiela, Kenji Takagi, Kiasmo e Sofie Royer: sono i grandi nomi intercettati per la rassegna “Giri di pensiero”, entusiasmante progetto curato e organizzato da Spazio Murat, grazie al contributo di Banca Popolare di Bari, che prevede una serie di incontri, declinati in diversi format (talk, spettacoli, proiezioni, laboratori) che vedranno protagonisti assoluti personalità di spicco nell’ambito dell’arte, della danza, della moda, della musica e del design. Primo appuntamento il 18 ottobre alle 18 con Tomaso Binga (alter ego di Bianca Pucciarelli). La rassegna si chiuderà il 27 dicembre con il dj set di Sofie Royer.

Spazio Murat conferma con questa terza edizione del progetto di voler diventare sempre più centro nevralgico delle arti a Bari, permettendo, attraverso gli incontri, scambi e contaminazioni di idee, esplorazioni e condivisioni di ricerche, condotte nelle varie discipline, con l’intento di renderne visibili le relazioni. L’estro e l’immaginazione faranno poi il resto. Per riuscire al meglio nell’intento, “Giri di Pensiero” si pone come una rassegna che intercetta esperienze italiane e internazionali, tra le più note nei vari settori.

Per questa edizione i 5 appuntamenti previsti verranno dedicati a: Tomaso Binga (alter ego di Bianca Pucciarelli), artista e autrice di poesia visiva, sonora e performativa, figura centrale all’interno del discorso femminista nel panorama artistico italiano (18 ottobre, ore 18, ingresso gratuito); Martin Margiela, rivoluzionario stilista belga, punto di riferimento per la moda d’avanguardia (25 ottobre, ore 18, ingresso gratuito); Kenji Takagi, danzatore freelance, coreografo e insegnante, ex membro della compagnia Pina Bausch, vincitore del premio Faust Preis (31 ottobre, ore 16-21, ingresso gratuito); Kiasmo, brand salentino il cui lavoro interseca design, moda, arte e architettura (dicembre, data in fase di definizione); Sofie Royer, artista, musicista, dj e modella, profilo che esplora a tutto tondo l’universo musicale, dall’elettronica all’hip-hop, con un gusto straordinario e una visione molto personale (27 dicembre, ore 21, ingresso da 7 a 10 euro).

Non è difficile immaginare che da questi incontri e dalle pratiche artistiche, anche le più lontane tra loro, possano nascere nuove forme e nuovi progetti. Perché la creatività non è un concetto statico. Anzi. Si alimenta e cresce anche attraverso contrasti e pensieri iperbolici mai sperimentati prima.

Permettere alla Città di Bari e con essa a tutta la Puglia di ospitare un evento del genere significa continuare a voler credere nelle potenzialità della regione e degli artisti coinvolti  e creare una rete tra il locale e il globale, tra le istituzioni e i network di largo respiro.

“Giri di pensiero” è una piattaforma attraverso la quale Spazio Murat ha la possibilità di testare in tempi brevi diverse metodologie, formati, ambiti di ricerca e mettere le basi per collaborazioni future più strutturate.

 

© Riproduzione riservata

Altro in Cultura e Spettacolo

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu