7 Dicembre 2023 - Ore
Cronaca

Bari, 31 migranti condannati per la rivolta al Cara. C’e anche Kabobo, uccise tre persone con un piccone

La condanna più alta è stata inflitta nei confronti di uno dei tre presunti capi della rivolta, il 39enne Sankara Maliki.

Pene comprese fra i 5 anni e 8 mesi di reclusione e i 3 anni e 10 mesi di reclusione per 31 imputati ritenuti i responsabili della rivolta al Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Bari-Palese del primo agosto 2011. I condannati sono tutti migranti originari di Burkina Faso, Bangladesh, Pakistan, Costa d’Avorio e Mali.

La condanna più alta è stata inflitta nei confronti di uno dei tre presunti capi della rivolta, il 39enne Sankara Maliki, mentre gli atri due istigatori della rivolta erano già stati condannati con rito abbreviato nel febbraio 2013, con altri 12 imputati. Il Tribunale ha poi condannato gli altri 30 migranti, accusati a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, blocco ferroviario, interruzione di pubblico servizio, danneggiamenti, incendi e violenza privata a pene fino ai 4 anni e 8 mesi di reclusione. Tra questi Mada Kabobo, il ghanese che l’11 maggio 2013 aggredì e uccise a picconate tre passanti a Milano.
   

© Riproduzione riservata

Altro in Cronaca

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

mondositiscommesse.it
Menu