29 Novembre 2022 - Ore
Psicologia

Lancio nel vuoto: unica via d’uscita al disagio omosessuale?

Secondo i dati rilevati dal Gay Centre, un omosessuale su 10 ha pensato al suicidio

Secondo i dati rilevati dal Gay Centre, un omosessuale su 10 ha pensato al suicidio. Nell’ottobre scorso si è verificato l’ennesimo disperato caso di un giovane omosessuale, Simone D., che non trovando via d’uscita al proprio disagio se non quella di lanciarsi nel vuoto, rinuncia alla propria vita, sicuro di non essere in grado di affrontare il suo tormento. Tormento, peraltro, passato totalmente inosservato perfino ai genitori, ancora increduli.
Le parole da lui stesso lasciate scritte su un bigliettino sottolineano la sua disarmante denuncia nei confronti dell’omofobia che purtroppo tedia un paese libero come l’Italia, ma in cui, ancora oggi, nonostante il gran parlare di leggi e di promesse come riporta Mancuso, presidente di Equality Italia, non è stato fatto ancora nulla di concreto per supportare i giovani nell’affrontare serenamente l’eventuale disagio dovuto alla scoperta del proprio orientamento sessuale.
I ragazzi che vivono questo disagio dovrebbero avere il coraggio di chiedere aiuto in modo tale da superare le difficoltà dovute spesso al fatto di essere bersaglio della società, in un Paese in cui, tra gli stessi “professionisti” della salute mentale, c’è ancora chi continua a credere che l’omosessualità vada curata.

© Riproduzione riservata

Altro in Psicologia

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu