25 Aprile 2024 - Ore
Ambiente

La Pasquetta porta con se’ l’ultimo colpo di coda invernale: pioggia, freddo e anche neve

Allerta meteo. Martedì e mercoledì le temperature scenderanno di 12 gradi

Se ne saranno resi conto i più mattinieri: per l’attesissima Pasquetta, le attività all’aperto e le gite fuori porta saranno off-limits in gran parte del Paese. Dove splenderà il sole, e cioè soltanto al nord, in Sardegna e nelle Regioni centrali tirreniche, ci sarà comunque molto freddo con forti venti di bora e tramontana. Nelle Regioni Adriatiche e al Sud, invece, insisterà il maltempo, che provocherà piogge intense soprattutto in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania meridionale, Calabria e Sicilia. La Regione più colpita dal maltempo sarà certamente la Calabria. Le temperature diminuiranno in tutto il territorio italiano, con nevicate a partire dai 400 metri tra Romagna, Marche e Abruzzo, oltre i 600 metri tra Molise e Puglia settentrionale, oltre gli 800 metri tra Campania meridionale, Basilicata e Pollino, oltre i 900 metri in Sila, oltre i 1.200 metri su Aspromonte e Sicilia settentrionale, oltre i 1.300 metri sull’Etna. La quota neve sarà ancora un po’ più elevata nelle prime ore del mattino, per poi diminuire nel corso della giornata.
Martedì 7 e mercoledì 8, saranno poi i giorni più freddi di questo colpo di coda invernale. dell’inverno la neve potrebbe spingersi nella mattinata di martedì addirittura sulle coste dell’Adriatico tra Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Gargano. Le temperature crolleranno fino ad oltre 12°C sotto le medie del periodo, raggiungendo i picchi delle più fredde giornate invernali. Anche giovedì 9 continuerà a far freddo, ma le temperature inizieranno lentamente ad aumentare e le condizioni meteo miglioreranno. Da venerdì 10 inizierà un weekend mite e primaverile, con temperature in rapido aumento grazie all’anticiclone delle Azzorre.

© Riproduzione riservata

Altro in Ambiente

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu