27 Novembre 2022 - Ore
Stili e mode

3 consigli dalla bocca dei professionisti del poker

Tra i tantissimi giochi di carte mai inventati dall’essere umano spicca sicuramente il Poker. Parliamo infatti di un gioco che […]

Facebook

Tra i tantissimi giochi di carte mai inventati dall’essere umano spicca sicuramente il Poker. Parliamo infatti di un gioco che ha fatto breccia nel cuore di tantissime persone grazie alla sua grande componente competitiva. Il Poker addirittura ha ormai smesso di essere un semplice gioco ed è diventato soprattutto un elemento che fa parte della cultura pop, inserito  in film, serie tv, musica e tanto altro.

Tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo trascorso una serata in compagnia di amici per giocare a poker. Con il tempo sono nate, inoltre, tantissime varianti del gioco  le cui origini si perdono nel tempo, basta pensare che il Texas Hold’em Poker, una delle versioni più amate, conosciute e giocate in America sia praticato dal XIX secolo.

Il Poker in breve

Il Poker è un gioco di carte, oggi diventato anche uno sport, che vede l’utilizzo di carte a semi francesi. Le regole cambiano in base alla variante considerata, sebbene le modalità di assegnazione dei punti siano pressoché le stesse.

I punti che è possibile assegnare sono: (in ordine dal punto con valore maggiore al minore)

Pokerissimo: un poker e una carta Jolly. Questo punto viene utilizzato solo ed esclusivamente in alcune varianti che ammettono l’introduzione della carta Jolly nel mazzo;

Scala reale: (punto più alto) Tutte le carte in sequenza che hanno lo stesso valore e lo stesso seme;

Poker: 4 carte aventi lo stesso valore;

Full: 5 carte divise in un tris e una coppia;

Colore: Tutte le carte, anche non in sequenza, dello stesso seme;

Scala: 5 carte con il valore in sequenza e non dello stesso seme;

Tris: 3 carte aventi lo stesso valore;

Doppia-coppia: ovvero due coppie di carte dello stesso valore;

Coppia: due carte con lo stesso valore formano una coppia;

Carta più alta: se non dovesse esserci un punto vero e proprio, o in caso di parità, vincerà il giocatore in possesso della carta con il valore più alto.

Se vuoi ampliare le tue conoscenze del mondo del Poker ti consigliamo di seguire questa pratica guida “come si gioca a Poker”, in cui troverai le nozioni base per iniziare a giocare e i consigli per migliorare. Ricorda il miglior metodo per diventare un bravo giocatore è fare tantissima pratica.

A grandi linee il gioco ha inizio quando i giocatori, riuniti intorno ad un tavolo, ricevono le carte, il cui numero varia in base alla tipologia di Poker a cui si gioca. Durante ogni turno i giocatori, dopo aver visionato le proprie carte, decidono di fare una puntata per proseguire. Ricorda che non è assolutamente obbligatorio giocare con soldi veri, o giocare sempre, dal momento che è sempre possibile saltare un turno per giocare la “mano” successiva. Dopo che tutti avranno fatto una puntata vengono svelati i punti e il giocatore in possesso di quello più alto vince.

I 3 consigli dei professionisti del Poker

Abbiamo appena visto come,tutto sommato, il gioco sia abbastanza semplice e le sue fasi siano alquanto veloci. Ciò che rende così bello e interessante questo gioco però è l’attenzione psicologica che richiede. Se non ne sei convinto ti consigliamo di guardare “ll giocatore” uno dei più bei film sul Poker che ci sono in circolazione.

I più crederanno che per essere bravi a Poker basti avere tanta fortuna, cosa assolutamente falsa. Infatti oggi vogliamo mostrarti quanto sia importante acquisire la tecnica per giocare a poker mediante i 3 consigli dei giocatori più esperti.

Non credere di star giocando da solo

Un errore che spesso anche i giocatori abituali commettono è quello di dimenticarsi che al tavolo sono seduti altri giocatori, ognuno dei quali con una propria strategia. Ergo non bisogna assolutamente perseverare nella propria, ma essere pronti a cambiarla e ad adattarla alle diverse situazioni di gioco.

Giocare una mano sempre con lucidità

Il Poker può avere sessioni molto lunghe, anche di diverse ore, dunque può diventare stancante e logorante. Un buon giocatore deve riuscire a partecipare al gioco sempre con lucidità e senza mai farsi prendere dalla voglia di vincere a tutti i costi. Se hai perso una mano non focalizzarti sulla necessità di recuperare subito, ma segui il naturale percorso del gioco. La lucidità ti darà anche un’aria di freddezza e di conseguenza sarà molto complicato capire la tua strategia.

Essere sempre al centro del gioco ma da posizione defilata

Il terzo consiglio riguarda un aspetto fondamentale ovvero quello di giocare con naturalezza, senza applicare la propria strategia in maniera compulsiva. Infatti bisogna scegliere bene le mani che si vuole giocare e soprattutto tener conto quando ci si trova a poter prendere decisioni dopo gli altri.

Metti in pratica questi consigli

Come hai potuto vedere il Poker non è solo un gioco, ma una vera e propria sfida mentale. Questo gioco necessita di grande attenzione e di un’ottima capacità di lettura della psicologia degli altri giocatori.

Ricorda di studiare i tuoi compagni di tavolo, di capire le loro strategie, il loro stile di gioco e carpire i loro segreti, dopodiché adatta la tua strategia a quanto appreso. Soprattutto gioca con calma e non avere fretta di vincere, più sarai lucido più le tue probabilità di vittoria saranno alte.

© Riproduzione riservata

Altro in Stili e mode

Altri Articoli di

Menu