5 Febbraio 2023 - Ore
Esperienze di vita

Da Bari verso Modugno, la Via Crucis vivente

L'importante momento di preghiera nel Santuario Madonna della Grotta

Cosa facciamo per la Pasqua?

Questa fu la domanda che un gruppo di giovani della parrocchia Cuore Immacolato di Maria, dei Padri Rogazionisti e Padre Nicola Bollino, la loro guida spirituale, si posero 41 anni fa, all’inizio della Quaresima del 1974.
Si scelse comunitariamente che il Venerdì Santo si sarebbe prima svolta una “Marcia della Fede”, partendo da Piazza Giulio Cesare fino al Santuario della Madonna della Grotta, situato sulla strada che collega Bari a Modugno e, poi, nella vallata, tra gli alberi di ulivo, nella lama Lamasinata, una Via Crucis Vivente in costume.
Non una rappresentazione scenica, bensì un particolare momento di riflessione, per meglio vivere la Pasqua.

Molti quella prima “Marcia della Fede” la ricordano ancora e ricordano anche le emozioni provate nel pregare insieme a tanta gente in un luogo agreste e meraviglioso.

La scelta di quei giovani degli anni ’70 e di quel Padre, anno dopo anno, è stata ripetuta e condivisa da tanti altri giovani e meno giovani, che offrono la propria disponibilità, come espressione di lode e preghiera al Signore.
Quest’anno per la 41^ volta le comunità, della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria, in viale Orazio Flacco e del Santuario della Madonna della Grotta, sulla strada Carbonara-Modugno, hanno voluto organizzare la Via Crucis Vivente nella vallata del Santuario.
Per questa edizione, si è scelto un particolare filo conduttore per le meditazioni-riflessioni delle 14 stazioni:

“Dall’amore per la legge alla legge dell’Amore: dialogo fra la notte dell’uomo e l’Amore”.

Un confronto tra i dubbi dell’uomo di oggi, materialista, cinico, attento all’apparire, al possesso di beni materiali e alienabili, indifferente all’altro e alle altrui sofferenze e l’Amore che sconvolge e reindirizza la nostra vita, mettendo l’altro, colui che ci è di fronte in primo piano, identificando in questi il Cristo stesso.
Ripercorrere in preghiera il calvario del Cristo, il suo dolore, diventa cammino di speranza grazie all’Amore di quell’uomo che muore sulla Croce per l’intera umanità.

Ogni anno, questo particolare momento di preghiera, lo si vive in maniera speciale ed intensa, ci si sente uniti gli uni agli altri, i personaggi uniti agli spettatori, il luogo agreste, la luna, le stelle, partecipano a rendere ancora ancora più speciale il tutto, sale forte la Preghiera al Cielo.

Salgono anche verso l’alto i canti della “Corale della Madonna della Grotta” che sottolineano e rendono poetico e indimenticabile questo meraviglioso percorso di Fede e Amore.

Venerdì 03 Aprile 2015 ore 19.30

Santuario Madonna della Grotta – Modugno – Bari
Strada Carbonara – Modugno

© Riproduzione riservata

Altro in Esperienze di vita

Ultimi correlati per tag

Altri Articoli di

Menu